Un ponte tra Rovigo e il Burkina Faso

Nella prima puntata di Radio Volontariato di novembre voliamo in Africa con un nuovo ospite: Pier Giuseppe Romagnolo, presidente dell’associazione rodigina Acsa, ci racconta i loro progetti in Burkina Faso.

Attiva fin dal 2002 nel paese africano, l’associazione divide il suo impegno tra la realizzazione di opere e infrastrutture e la promozione di progetti educativi rivolti alla popolazione. “Abbiamo la presunzione di occuparci dell’Africa – commenta Romagnolo – Ma il nostro operato si concentra in Burkina Faso. Quando siamo partiti, l’abbiamo scelto perché ci sembrava un paese centrale per lo sviluppo del continente e perché ha una forte presenza di gruppi organizzati, prevalentemente femminili”.

In questo periodo l’associazione sta raccogliendo fondi per due progetti di lotta alla fame e alla malnutrizione, che prevedono la formazione alla popolazione e l’individuazione di alcune specie vegetali che hanno un’importante resa dal punto di vista alimentare. Ma anche la valorizzazione di un altro alimento che in molti paesi costituisce una fonte di proteine e che sta prendendo piede anche in occidente: gli insetti.

In questi quindici anni, l’Acsa ha contribuito a realizzare in Burkina Faso dei pozzi, un invaso per l’acqua, un centro sanitario, orti comuni, servizi per la scuola e molto altro. L'Acsa è un vero e proprio "ponte" tra Rovigo e il Burkina Faso, che in questi anni ha contribuito a mettere in contatto due mondi così lontani.

Per scoprire il loro progetti, sapere come sostenerli o proporsi come volontari, basta contattare l’associazione allo 0425 422071 o al 347 2296609, oppure visitare il sito www.acsarovigo.org.

La puntata è condotta da Francesco Casoni del Centro servizi volontariato di Rovigo. E’ in onda il giovedì alle 10.30 e alle 21.15 e il sabato alle 21.30.