Senato, sì alla riforma del Terzo settore

Con 146 voti favorevoli, 74 contrari e 16 astenuti, il Senato ha approvato il testo della legge delega per la Riforma del Terzo Settore. Ora il testo passerà alla Camera per eventuali modifiche e l'approvazione definitiva.

La Riforma riordina la normativa italiana sul Terzo Settore e introduce significative novità. Tra queste, un ampliamento del ruolo dei Centri di servizio per il volontariato. "Con questa riforma i Centri di servizio diventano riferimento per il volontariato di tutto il Terzo settore", commenta il presidente di CSVnet, Stefano Tabò. Il testo della nuova legge non limita più le funzioni dei Csv alle sole Organizzazioni di volontariato (legge 266/1991), ma estende il ruolo di supporto dei Csv ai diversi enti del Terzo settore. Tutte le organizzazioni del Terzo settore potranno non solo fruire dei servizi, ma anche concorrere alla conduzione dei CSV, la cui governance dovrà comunque rimanere in capo alle Organizzazioni di volontariato, che devono rappresentarne la maggioranza, attraverso una gestione democratica partecipata e radicata territorialmente.

"Siamo molto soddisfatti che nell’articolo 5 dedicato ai Centri di Servizio per il Volontariato i parlamentari abbiano accolto gran parte delle istanze presentate da CSVnet", aggiunge Tabò, che ricorda tra i risultati anche l’accreditamento e il finanziamento stabile dei CSV, attraverso un programma triennale, con le risorse delle Fondazioni di origine bancaria. Un finanziamento che prevede una perequazione territoriale, così da assicurare la promozione del volontariato in tutte le regioni del nostro paese. "Auspichiamo – afferma ancora Tabò – che con la redazione dei decreti legislativi che il Governo sarà delegato ad adottare dopo il passaggio alla Camera, possano essere soddisfatte altre due esigenze: il coordinamento nazionale delle funzioni dei CSV e la definizione di criteri e procedure uniformi per quanto riguarda il controllo degli stessi". Tuttavia, conclude il presidente di CSVnet, "è inevitabile rilevare che la riforma comporterà un forte aumento delle attività a carico dei CSV, che con difficoltà potranno essere adeguatamente garantite tramite le risorse attualmente a disposizione, da anni in progressiva diminuzione".

Link utili:
- Il testo della riforma approvato al Senato, da senato.it
- "Senato, via libera alla riforma del Terzo Settore", da Vita.it
- "Riforma del Terzo Settore, via libera al Senato", da forumterzosettore.it