Servizio di Volontariato Europeo

Lo SVE è una grande opportunità di crescita personale e sfida rivolta ai giovani per provare un’esperienza di servizio civile in un altro stato, contribuendo al lavoro quotidiano dell’associazione ospitante e promuovendo la solidarietà all’estero. Un’occasione per accrescere le proprie capacità personali ed il proprio bagaglio culturale, ponendosi al servizio degli altri e promuovendo i valori del volontariato. Ogni progetto di SVE è caratterizzato da una diversa area tematica, pertanto per il volontario è possibile aderire ad una vasta gamma di iniziative, tra cui: la salvaguardia del patrimonio culturale ed ambientale, la protezione civile, la cooperazione allo sviluppo, la promozione della cultura, della gioventù e dell’assistenza sociale. In quanto progetto di mobilità dell’asse Gioventù, inserito nell’Azione Key1 del programma europeo Erasmus+, la partecipazione del volontario da diritto alla ricezione del certificato Youthpass, che andrà a descrivere l’esperienza fatta e le competenze acquisite. Al volontario non sono richieste qualifiche o esperienze specifiche, un livello di istruzione o conoscenze linguistiche precedenti; tuttavia, se occorressero competenze specifiche relative ai compiti che verranno svolti nel corso del progetto è possibile che venga redatto un profilo più specifico del candidato. Di norma un volontario può prendere parte ad un solo progetto SVE; ma nel caso in cui il primo SVE sia durato meno di due mesi è possibile partecipare ad un secondo progetto, purché non vengano superati i dodici mesi dal cumulo delle due esperienze.

Chi può partecipare? Possono prendervi parte giovani di età compresa tra i 17 e i 30 anni, legalmente residenti in un paese del programma o in un paese partner.

Come informarsi delle varie opportunità? Per accedere ad un progetto SVE è necessario essere selezionati da un ente di invio (che è possibbile ricercare nel dabatase degli enti accreditati per il Servizio Volontario Europeo). Gli stati in cui è possibile fare volontariato aderendo ad un progetto SVE sono: 28 Stati Membri UE e paesi aderenti al programma extra UE (Ex Repubblica iugoslava di Macedonia, Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Turchia), nonché altri paesi partner confinanti con l’UE: Balcani occidentali (Albania, Bosnia Erzegovina, Kosovo, Montenegro, Serbia), paesi del partenariato orientale (Armenia, Azerbaijan, Bielorussia, Georgia, Moldavia, Territori dell'Ucraina riconosciuti dal diritto internazionale) e paesi del Mediterraneo meridionale (Algeria, Egitto, Israele, Giordania, Libano, Libia, Marocco, Palestina, Siria, Tunisia).

Quanto dura di solito lo SVE? La durata del progetto può oscillare tra i 2 e i 12 mesi, a seconda delle esigenze del singolo e della disponibilità dell’associazione ospitante. Per i volontari che decidono di aderire ad un progetto della durata superiore ai 2 mesi è stato attivato un servizio di sostegno linguistico che, non solo verifica il reale grado di conoscenza della lingua straniera che verrà utilizzata nel corso del progetto ma che ne consente anche il miglioramento ove necessario. Tale servizio, disponibile su una piattaforma online, è usufruibile sia prima che durante il periodo dello SVE, al fine di dare un supporto linguistico concreto al volontario.

Quali sono i costi a carico del partecipante? I costi a carico del singolo sono molto ridotti, in quanto parte delle spese di viaggio sono coperte e – come per il Servizio civile nazionale - viene riconosciuto un rimborso spese di 433,80 euro al mese, integrato con un ulteriore pocket money per compensare le spese del vitto e dell’alloggio.

Per ulteriori informazioni si consiglia di consultare il sito ufficiale dello SVE: http://serviziovolontarioeuropeo.it/progetti-sve-disponibili