"Tanti per tutti", on line il portale

Durante la Conferenza nazionale di CsvNet è stato presentato il sito "Tanti per tutti" (www.tantipertutti.it), archivio di 1.400 foto di associazioni e volontari di tutta Italia. E' il primo archivio fotografico italiano sul volontariato.

Le immagini sono indicizzate in 12 categorie e raccontano la vita delle associazioni, le loro iniziative, i volti e le emozioni di alcuni fra i milioni di volontari che operano nel nostro paese. Uno spaccato suggestivo della varietà di forme assunte dal volontariato italiano.

Tra le immagini contenute nel portale, sono presenti anche scatti del fotografo rodigino Diego Gardina, che raccontano le attività della ciclofficina "La Formichina" di Arcisolidarietà a Rovigo, dove i volontari insegnano a riparare biciclette a chi non ha un lavoro.

L’archivio nasce dall’omonimo progetto promosso da  Fiaf (Federazione italiana associazioni fotografiche) Cifa (centro italiano per la fotografia d’autore) e CSVnet (Coordinamento nazionale dei centri di servizio per il volontariato), ed era stato preannunciato lo scorso giugno, in occasione della mostra nazionale inaugurata a Bibbiena (Ar) presso la sede del Cifa.

Da febbraio a dicembre 2015, 700 fotografi, professionisti e non hanno fotografato i volontari italiani durante le loro attività. Un lavoro collettivo che ha prodotto oltre 10 mila scatti, raccolti in 500 portfoli.

Grazie ad un’accurata selezione, le fotografie più significative hanno dato vita al portale: un archivio on line composto da immagini, indicizzate in base alle tipologie di attività più comuni realizzate dalle migliaia di associazioni presenti in Italia: ambiente, assistenza sociale, cooperazione e solidarietà internazionale, cultura sport e ricreazione, filantropia e promozione del volontariato, istruzione e ricerca, protezione civile, religione, sanità e assistenza sanitaria, tutela dei diritti, sviluppo economico e sociale. Le immagini sono disponibili gratuitamente e potranno essere utilizzabili per la pubblicazione su supporti cartacei, video e web citandone la fonte e nel rispetto delle norme per il diritto d’autore.