"Voci per la libertà" si farà

Il festival "Voci per la Libertà – Una Canzone per Amnesty" si farà: lo conferma l'associazione, nel giorno del compleanno di Amnesty International, annunciando che la nuova edizione si terrà come sempre a Rosolina Mare dal 31 luglio al 2 agosto 2020.

Nella 23^ edizione della tre giorni di musica e arte dedicata ai diritti umani, si esibiranno come sempre 8 musicisti emergenti in lizza per il Premio Amnesty: ben 197 le domande arrivate, un record storico. Oltre a loro, partecipa come ogni anno un big della musica italiana, il vincitore del Premio Amnesty International Italia di quest'anno, il cui nome sarà rivelato nelle prossime settimane. 

Intanto è on line l'omaggio ad Amnesty che Voci per la Libertà ha realizzato con 30 artisti del festival, una rivisitazione di "Pane e coraggio" di Ivano Fossati, vincitore del premio Amnesty International Italia sezione Big nel 2004. realizzato per i 59 anni di Amnesty International, il brano è stato registrato da casa, durante il periodo di pandemia.

Parte strumentale Grace N Kaos con Cristiano Tomiato, piano e synth, Davide Pelà, chitarra, Federico Andreotti, basso, Massimo Tabacchin, drum pad, e Stefano Sottovia, chitarra. Voci: Adolfo Durante, Anna Luppi, Assia Fiorillo delle Mujeres Creando, Carlo Valente, Chiara Patronella, Michele Mud, Cloud, Danilo Ruggero, Davide Noseda de Les Fleurs des Maladives, Eleonora Betti, Elisa Erin Bonomo, Fabrizio “Pachamama” Russo dei Riserva Moac, Francesco Mucè dei Loren, Gianluca Casazza dei Grace N Kaos, Giorgio Barbarotta, Giovi, Giulia Ventisette, Giulio Wilson, Kumi Watanabe, Leo Miglioranza e Alberto Cendron dei Do’Storieski, Marcondiro, Massimo Francescon, Maurizio Zannato dei Marmaja, Michela Grena dei Wicked Dub Division, Riky Anelli, Roberto Cossu Cortejanas dei Golaseca, Totò Nocera de Pupi di Surfaro, Valentina Benaglia de La Malaleche.

Direzione artistica: Michele Lionello. Segreteria organizzativa: Martina Manfrinati. Mix & Mastering: Marco Malavasi. Montaggio video: Andrea Artosi.