I volti dell'Alzheimer

Martedì 11 febbraio 2020, alle 21.00 nella sala della cultura di Ariano nel Polesine, nuovo appuntamento con gli incontri gratuiti "I volti dell'Alzheimer", per conoscere la malattia e comprendere come affrontarla.

La malattia di Alzheimer

Sono circa un milione i malati di Alzheimer in Italia, seguiti in genere dai familiari o da badanti. Saper riconoscere i segni della malattia e capire come affrontarla può essere di grande aiuto a chi ha un familiare anziano. I malati di Alzheimer sono assistiti in casa nella maggioranza dei casi e dunque il carico di assistenza ricade principalmente sui familiari, anche quando si avvalgono di una figura professionale di supporto.

I seminari

Gli incontri intendono rispondere a tutte le domande su questa diffusa forma di demenza senile. Sono condotti dalla psicologa Anna Chiara Pellizzari e promossi dall’Auser nell’ambito della coprogettazione Anziani del Csv, in collaborazione con l'associazione Officine Sociali.

Alleviare chi si prende cura dei malati

Tra i progetti che si propongono di alleggerire le famiglie almeno per qualche ora dall’assistenza diretta, sono molto diffusi i centri sollievo Alzheimer: nella nostra provincia sono una decina, coordinati dall’Ulss 5 polesana e gestiti da diverse associazioni. Nei centri sollievo i volontari realizzano attività ricreative, di socializzazione e di manualità, supportati da personale professionale.

A Rovigo, Badia Polesine, Canaro, Fiesso Umbertiano e Lendinara sono presenti i volontari dell'associazione Comete (tel. 366 5080294 - onluscomete@alice.it) e dell'associazione Alzheimer Polesine (tel. 329 6499295), mentre in quelli di Ariano nel Polesine, Porto Tolle, Rosolina e Taglio di Po, opera l'associazione Officine Sociali (tel. 335 5208410 - officinesociali@libero.it)